Teoria > Disturbi di personalità > Personalità somatizzanti

Personalità somatizzanti

   Le personalità somatizzanti sono una categoria eterogenea che include persone inclini a inibire l'espressione verbale delle emozioni (alessitimia) e a esprimere la loro disforia attraverso lamentele incentrate sul corpo, preoccupazioni ipocondriache, malattie fisiche diagnosticabili legate allo stress, sintomi fisici che esprimono simbolicamente emozioni e parole indicibili (reazione di conversione). Particolare attenzione va posta nella valutazione della pervasività degli aspetti ipocondriaci, poiché in loro presenza le terapie intensive e in particolare l'esplorazione delle reazioni transferali possono favorire la comparsa di reazioni paranoidi. Le personalità somatizzanti probabilmente possono essere comprese meglio facendo ricorso al concetto di deficit, in particolare nello sviluppo delle capacita di rappresentare ed esprime i vissuti, le sensazioni e le emozioni. L'intervento si focalizza sul creare le connessioni tra: percezioni, sensazioni, emozioni, pensieri e parola, ricostruendo le catene associative deficitarie. Spesso queste persone hanno il vissuto di non essere stati ascoltati e l'alleanza si basa sul fornire un clima di attento ascolto e verbalizzazione dei messaggi spesso criptici ed ermetici comunicati attraverso le somatizzazioni.