Teoria > Disturbi di personalità > Personalità depressive

Personalità depressive (incluse manifestazioni maniacali e masochistiche)

   Le persone con personalità depressiva provano poco piacere nelle attività della vita, in quanto il piacere è vissuto in modo conflittuale. I sentimenti positivi come gioia, eccitazione ed orgoglio di conseguenza sono inibiti e sostituiti con affetti dolorosi come depressione, colpa, vergogna, inadeguatezza, perdita, e comportamenti quali autocritica, autobiasimo. Il clinico deve esplorare negli episodi relazioni e negli episodi scenici i sentimenti positivi inibiti, ed individuare le cause dell'inibizione esplorando gli episodi arcaici. Spesso i sintomi depressivi sono il risultato della tendenza a sostituire con l'aggressività rivolta verso sé attraverso l'autocritica, l'aggressività e le critiche che dovrebbero essere rivolte nei confronti delle figure di accudimento a causa dei loro abusi, maltrattamenti o negligenze. Negli episodi relazionali in cui la persona mostra nuovi pattern intrapsichici che si sostituiscono ai precedenti va posta particolare attenzione a riconoscere e sostenere il cambiamento.

   Alcune forme depressive si manifestano attraverso uno stile difensivo ipomaniacale, che privilegia emozioni secondarie di euforia, energia, assenza di colpa, autostima ipertrofica. In questi casi, dopo aver escluso la presenza di un disturbo bipolare o ciclotimico, è opportuno focalizzarsi sulle emozioni primarie negate, quali la tristezza, la perdita, la solitudine, esplorando i loro antecedenti negli episodi arcaici. Particolare attenzione va posta nella diagnosi differenziale tra depressione e masochismo (con i relativi sottotipi masochistico-dipendente, -narcisistico e -paranoide) poiché richiedono differenti piani di trattamento.