Teoria > Disturbi di personalità > Personalità dipendenti

Personalità dipendenti

   Le personalità dipendenti sono caratterizzate da bisogni eccessivi di dipendenza, fino al punto di subire vari tipi di abusi senza potersi separare. L'impulso riguarda l'autonomia e la realizzazione di sé; l'angoscia può essere associata ai temi della prestazione, sconfitta, fallimento, rifiuto da parte degli altri dei normali bisogni di dipendenza in seguito al raggiungimento dell’autonomia, critiche, abbandono; infine, le difese includono la regressione, la somatizzazione e gli agiti, spesso nel disperato tentativo di ricevere accudimento.

   Nelle personalità dipendenti è essenziale non favorire la dipendenza con il terapeuta, evitando di assumere negli episodi scenici il ruolo di persona esperta o di consigliere.

   Tra le personalità dipendenti si distingue un sottotipo caratterizzato da ostilità, definito passivo aggressivo. Queste persone tendono a non essere consapevoli della loro aggressività, sia sotto forma di emozioni che di comportamenti, espressa in modo indiretto, e dell’effetto che ha sugli altri. Il focus include perciò gli aspetti strutturali di mentalizzazione e previsione dell'effetto sull'altro e delle conseguenze dei propri comportamenti nelle relazioni attuali, a partire dall'analisi della relazione transferale.

   Inoltre esiste un sottotipo controdipendente, dove i forti bisogni di dipendenza sono inflessibilmente negati e danno origine a formazioni reattive.